A volte ritornano

A volte ritornano, proprio quando sei convinta di averli sconfitti o perlomeno dimenticati, eccoli che arrivano con il loro bagaglio di devastazione, con le loro armi infallibili, non smetteranno mai di cercarti, loro non dimenticano chi sei.

A volte ritornano silenziosi per colpirti alle spalle, per saperti indifesa e avere la meglio senza lottare, altre volte si annunciano impetuosi usando l’arma della paura così da avere la certezza di trovarti già atterrita e indebolita.

A volte ritornano e hai abbastanza forza per combatterli, piangi per il dolore dei loro colpi che mirano sempre al cuore, ma riesci a tamponare le ferite, stringi i denti e speri che guariscano, altre volte non combatti nemmeno, ti fai prendere a schiaffi, insultare e maltrattare con la pazienza di chi sa che l’avere pazienza e aspettare che finisca il massacro sia l’unica difesa possibile.

A volte ritornano e, quando ritornano, sono sfacciati, arroganti, affamati del tuo dolore di cui si beffano per averne di più, allora tu li sfami con la speranza di vederli satolli.

A volte ritornano solo per ricordarti che ci sono, si affacciano, ti guardano e ridono di te, della tua convinzione di averli gabbati una volta per tutte.

A volte vorresti avere più rabbia nel combatterli, a volte vorresti che almeno un colpo fosse mortale per toglierli il gusto del loro gioco perverso, game over per tutti. Ti immagini pure nello scontro finale: finalmente dritta, davanti a loro … mirate qui, mirate bene…Ma loro non lo farebbero mai, ti hanno cresciuta e un pò si sono affezionati, non lo farebbero mai e non sai se per egoismo o per rispetto.

Vanno chiamati con il loro nome, mi dicono, per non dargli importanza, ma loro non sono sogni, si chiamano incubi, non sono insicurezze, si chiamano assenze, non sono piccole delusioni, sono lutti continui, non sono lacrime ma disperazione, i vuoti sono rifiuti,  la paura diventa terrore, terrore di guardarsi allo specchio, terrore di essere fraintesa, terrore di non riuscire a combattere, perchè si, loro a volte ritornano e urlano che non sei degna di essere amata e rispettata, non lo meriti, ti impongono di stare a testa bassa perchè non meriti nemmeno di guardare il cielo, non meriti di trovare pace guardando finalmente la luce, non combatti, accetti, guardi per terra sperando di vedere la luce riflessa nella tua pozzanghera di lacrime.

A volte ritornano, oggi sono tornati, bentornati miei demoni.

Leggi mentre ascolti: https://youtu.be/C0Y0GvfrV6c

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: